Jessica Stein

Il caso di Jessica Stein merita di essere raccontato perchè è anche un po’ una favola con un minimo di lieto fine.

Lei è australiana e aveva un sito mooooolto seguito in cui parlava soprattutto di viaggi. Circa tre anni fa ha dato alla luce una bellissima bambina ma la gioia è stata per lei e per il suo compagno di breve durata: i medici hanno diagnosticato per la bimba una rarissima malattia genetica (circa 10 casi al mondo, in totale).

Lo shock è stato forte e, probabilmente anche per questo, il sito è stato abbandonato tanto che adesso non esiste più.

Aveva ed ha ancora un profilo instagram con 3 milioni di follower e con un appello sul social network è riuscita a mettere insieme grazie alle donazioni dei fan i 200.000 dollari necessari per le cure di sua figlia.

Non vorrei sembrare eccessivamente cinico per cui ci tengo a precisare: sono il primo a sperare il meglio per la salute della piccola figlia di Jessica, ma il suo è anche un caso da studiare, del suo impero multimediale le è rimasto solo il profilo instagram. Meno male. Adesso però dal punto di vista economico la situazione è completamente diversa.

Torno a ripetere che auguro tutto il bene possibile a Jessica, alla sua bambina e alla sua famiglia, resta il fatto che un solo social non basta, avendo perso il sito quella che era una delle stelle primarie della galassia delle fashion blogger ha oggi perso molta della sua luce.

Speak Your Mind

*