Meglio tardi che mai??

meglio-tardi-che-mai-parole-scritte-sulla-lavagnaI borboni sono fantastici. 32 anni, ci sono voluti 32 anni per accorgersi che forse Licio Gelli non era la persona più adatta a vantare il titolo di commendatore.

Cito dal sito della presidenza della Repubblica Italiana: [l’ordine al merido della Repubblica Italiana] è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

Un articolo del solito Rizzo (che in queste case è carogna, ce ne vorrebbero di più di giornalisti come lui) ci fa notare che 32 anni sono passati da quando sono venute fuori le magagne della P2 cui sono seguiti arresti, processi e condanne in via definitiva. Trentadue anni per accorgersi che forse quel titolo Gelli non lo meritava più e che come minimo il venerabile maestro ne aveva già altri, di titoli, incompativili con una benemerenza della Repubblica.

Meglio tardi che mai, verrebbe da dire ma non sono d’accordo: Licio Gelli ha 94 anni e la scomparsa di Andreotti ha dimostrato che nemmeno in Italia esistono uomini immortali, facevano più bella figura a lasciar perdere e lasciare che la natura facesse il suo corso.

Lascia un commento

*