Cara nonna

Mia nonna cerca su googleCara nonna,

mi chiedi spesso di parlarti di alcuni argomenti, in qualità di “presunto esperto”. Molte delle domande che mi fai non sono semplici, per rispondere adeguatamente devo studiare un po’ e cercare, nel mio piccolo, di essere chiaro e semplice senza sottovalutare la tua intelligenza.
Alla tua tenera età mi sembra più che normale che tu ti stanchi con una certa velocità, cercherò quindi di essere il più possibile breve ma, mi conosci, tendo a parlare tanto e alcune delle domande che mi fai richiedono risposte decisamente complesse. Non cercherò di barare o di tirar dritto anche sugli argomenti che mi piacciono meno, non dimenticare mai però che io non sono un esperto di nessuno degli argomenti di cui parleremo, proverò a rispondere al meglio delle mie possibilità.

Quando tu sei nata i fratelli Wright non avevano ancora fatto il loro primo volo a Kitty Hawk e la Prima Guerra Mondiale era di là da venire. Hai vissuto parecchie rivoluzioni tecnologiche/culturali (radio, televisione) e probabilmente è per questo che mi chiedi di parlarti di internet. Eccomi qua.

 Ho pensato di cominciare a Natale, visto che non riesco neanche quest’anno a venire a trovarti. Come sai in questo periodo mi stanno capitando un po’ di guai per cui proprio non ce la faccio a venire a passare un giorno con te, considera queste letterine come un modo per fare due chiacchiere.
Se per caso te lo stai chiedendo anche altre persone possono leggere questo testo, teoricamente chiunque ma non preoccuparti, il numero di lettori di questo sito è molto vicino a zero! Ci sei (quasi) solo tu!

Lascia un commento

*