Zhang e Zhang

DAN1E’ scandaloso commuoversi guardando una prova di pattinaggio? Intendo il pattinaggio “vero”, quello di figura a coppie, nell’esibizione libera. Più che uno sport è una forma d’arte e ieri sono rimasta estasiato guardando la bravura delle coppie cinesi, di quella russa (alla fine vincitrice della medaglia d’oro) ma soprattutto della coppia Zhang e Zhang.

Pur avendo lo stesso cognome i due non sono in alcun modo apparentati. E’ chiaro che per una coppia partecipare a una manifestazione del genere è il coronamento di anni di sacrifici ed è quindi chiaro che arrivano per dare il massimo. Subito all’inizio della loro prova la ragazza cade in malo modo, il ginocchio cede e finisce contro il bordo della pista.
Il compagno si rende conto istantaneamente della gravità della caduta, si precipita ad aiutarla, la fa alzare e la accompagna a bordo pista per farle avere le necessarie cure mediche. La ragazza è in lacrime: sicuramente al dolore fisico si uniscono rabbia e delusione, ma poi accade il miracolo: la ragazza fa capire di voler continuare l’esibizione, rientra in pista e i due riprendono dal punto in cui si erano fermati.

Il pubblico è in delirio, la prova dei due è eccezionale e termina con una ovazione. A norma di regolamento sono ancora in gara: si sono fermati infatti per meno di due minuti che è il tempo massimo che viene concesso per una interruzione. I due vanno a sedersi e arriva il verdetto dei giudici: medaglia d’argento.
Bravissimi!!

Lascia un commento

*